📁
Brasile Portale sui viaggi in Brasile con informazioni riguardanti San Paolo, Rio de Janeiro, Natal, Salvador Bahia, Fortaleza e l'Amazzonia nonche' un efficace sistema di prenotazione hotel e acquisto voli last minute ed economiciBrasile
Geografia > Geografia economica

Risorse minerarie

Di antica tradizione è la produzione aurifera, con il centro più importante a Nova Lima. Anche la produzione diamantifera è di origine antica, concentrata nel Bahia e nel Minas Gerais. Più importanti economicamente i giacimenti ferrosi, cosi come quelli di magnetite e nichel. La produzione di uranio è concentrata nello stato di Pernambuco. Nel Minas Gerais sono presenti depositi di bauxite, mentre quelli di rame si trovano nel Rio Grande do Sul. La produzione di tungsteno non riveste più l'importanza di un tempo, mentre poco importante economicamente la produzione di carbone, petrolio. L'estrazione di gas naturale è localizzata nello stato di Bahia e di Rio de Janeiro (specialmente in acque profonde marine). Una produzione pressoché monopolistica è quella del quarzo ialino. Il Brasile è anche ai primi posti nella produzione di mica. Altri prodotti minerari: columbite, berillio, manganese, magnesite, cromite, zirconio, ecc.

Il Brasile è fra i paesi con maggior potenziale di risorse minerarie del mondo, accanto a Federazione Russa, Stati Uniti, Canada, Cina e Australia. Con i suoi 8,5 milioni di Km2, il Brasile possiede numerose provincie minerarie estremamente ricche, in cui si trovano riserve di varie sostanze minerarie di rilevanza internazionale.
È noto che il Brasile possiede ricchi depositi di minerali, anche se non è stata ancora realizzata una prospezione completa delle risorse del Paese, che può contare, inoltre, su riserve di ferro stimate intorno ai 48 miliardi di tonnellate, 18 dei quali localizzati nella catena montuosa di Carajás (Serra dos Carajás), nella parte orientale dell'Amazzonia. Le miniere di Carajás sono entrate in produzione nel 1985. Le riserve conosciute di questo minerale sono tali da far fronte alla domanda mondiale per i prossimi 500 anni. Oltre al ferro, il Brasile possiede depositi di manganese per oltre 208 milioni di tonnellate, 2 miliardi di tonnellate di bauxite, 53 milioni di tonnellate di nickel, ai quali, con la scoperta di un nuovo giacimento nello stato di Goiás, potrebbero aggiungersi altri 400 milioni di tonnellate. Di notevole importanza è la recente conferma dell'esistenza, negli stati di Minas Gerais e Goiás, di vaste riserve di uranio molto ricco (1,3%).

Argomenti nella stessa categoria